Partner: Carretera Central –  Ambito: Sensibilizzazione  –  Paese: Italia –  Luogo: San Gimignano (SI) –  Anno: 2015 –  Stato del progetto: Concluso –  Tipologia: Progetto AMI

IL PROGETTO IN SINTESI

Sostegno alla seconda edizione del Festival Circomondo – bambini in pista per cambiare il mondo.

IL PROGETTO IN DETTAGLIO

Obiettivi

Sostegno alla seconda edizione del Festival Circomondo – bambini in pista per cambiare il mondo, dedicato al tema dell’arte circense come strumento di reinserimento sociale di bambini e ragazzi che vivono in condizioni di estrema marginalità.

Beneficiari

18 ragazzi beneficiari di 6 circhi sociali provenienti da Italia (Roma e Napoli), Afghanistan, Kenya, Brasile, Spagna, Libano/Palestina; circa 10 operatori provenienti dai vari paesi; circa 25 operatori che partecipano a seminari e dibattiti; pubblico e città di San Gimignano.

Attivita

Circomondo Festival 2015 organizza nella città di San Gimignano in Toscana 3 giornate di spettacoli circensi, dibattiti, seminari, proiezioni di docu-film, mostre fotografiche, workshop e laboratori di arte circense. Obiettivo del festival è la sensibilizzazione e la promozione dei diritti dell’infanzia e dell’adolescenza, in particolare dei bambini che vivono condizioni di forte marginalità sociale, contesti nei quali l’arte circense si mostra un potente strumento di reinserimento sociale in diversi luoghi del mondo.

Al Festival partecipano minori beneficiari e operatori di 6 circhi sociali provenienti da Italia, Afghanistan, Kenya, Brasile, Spagna e Libano/Palestina. I ragazzi sono coinvolti in laboratori congiunti che portano alla messa in scena di uno spettacolo finale collettivo.

Il progetto “So(g)no un Teatro” prevede la produzione e messa in scena della nuova edizione dello spettacolo “Sogno di una notte di mezza estate” di Shakespeare. I formatori, singolarmente o in coppia a seconda della fase del percorso didattico, prepareranno sia gli attori che i tecnici a supporto dello spettacolo (luci, audio, scenografia), anche in collaborazione con tecnici volontari della Fondazione Piccolo Teatro di Milano e del Teatro alla Scala.

Partner