ALTA MANE: Resta in alto! Sollevati sopra i tuoi dolori e sostieni il tuo debole animo finchè puoi - Ovidius, Ad Liviam
Partner: Arteco
Ambito: Sensibilizzazione
Paese: Italia
 
Luogo: Torino
Stato del progetto: Concluso
Anno: 2014
Tipologia: Progetto AMI
 

L’Arte di fare la differenza

 Obiettivi:

Sostegno alla seconda edizione 2013-2014 del progetto “L’Arte di fare la Differenza – Arte relazionale: pensieri, percorsi, opere e luoghi delle interconnessioni con la contemporaneità artistica e sociale” che intende attivare un processo artistico partecipativo nel settore dell’arte contemporanea a carattere sociale.

Beneficiari:

3 giovani artisti emergenti e 3 artisti outsider (persone in situazione di marginalità, disagio relazionale o psico-fisico), pubblico fruitore della città di Torino.

Attività:

L”Arte di fare la Differenza” prevede che tre coppie, costituite da un giovane artista e un artista outsider, condividano un percorso relazionale volto alla realizzazione di un’opera artistica collaborativa e co-autoriale con movimento bidirezionale di competenze e saperi. Il progetto include un laboratorio finalizzato alla progettazione e realizzazione partecipata delle opere, con incontri formativi interdisciplinari ed esperienze di accesso e reinterpretazione del patrimonio culturale del Museo di Antropologia ed Etnografia dell’Università di Torino. Il progetto si conclude con una mostra finale delle opere co-autoriali ed un convegno internazionale sulle pratiche dell’arte partecipativa e relazionale. Il progetto, curato dall’associazione Arteco, è in collaborazione con il Museo di Antropologia ed Etnografia dell’Università di Torino e con la Città di Torino, Direzione Centrale Servizi Sociali e Rapporti con le Aziende Sanitarie Servizio Disabili – Arte Plurale, InGenio, Motore di Ricerca/Comunità attiva.

Partner