Partner: Bianca Garavaglia –  Ambito: Salute  –  Paese: Italia –  Luogo: Milano –  Anno: 2019 –  Stato del progetto: In corso –  Tipologia: Progetto AMI

IL PROGETTO IN SINTESI

Progetto artistico sperimentale rivolto ai ragazzi del Progetto Giovani dell’Istituto Nazionale Tumori (INT) di Milano.

IL PROGETTO IN DETTAGLIO

Obiettivi

Combattere l’isolamento, il dilatarsi del tempo e la restrizione dello spazio che vivono i ragazzi adolescenti malati di cancro, facendo entrare in ospedale e nelle loro case la loro normalità, forza e bellezza.

Beneficiari

25 adolescenti e giovani adulti malati di tumore del Progetto Giovani, in cura presso la Pediatria Oncologica dell’INT.

Attivita

Il Progetto Giovani della Pediatria Oncologica della Fondazione IRCCS Istituto Nazionale dei Tumori di Milano è stato creato nel 2011 dall’Associazione Bianca Garavaglia per i pazienti adolescenti malati di tumore, con l’obiettivo di creare un nuovo modello di organizzazione medica e di cultura specifica, con la sfida di occuparsi non solo della malattia, ma della vita dei ragazzi, facendo entrare in ospedale la loro normalità, la loro creatività, la loro forza, la loro bellezza.

Gli adolescenti spesso vivono in una condizione particolarmente problematica non ricevendo risposta adeguata alle necessità cliniche e psicologiche specifiche della propria età, rimanendo in una “terra di nessuno” tra i mondi dell’oncologia pediatrica e quella degli adulti.

Il progetto artistico Condominy, nell’ambito del “Progetto Giovani”, vuole combattere il forte isolamento fisico e sociale vissuto dai ragazzi oncologici mediante la costruzione, su piattaforma virtuale, di un condominio composto da varie stanze immaginate da ogni ragazzo secondo la propria idea di “stanza ideale”. Ogni inquilino ha a disposizione una scatola in legno (kit fai da te inviato anche a chi vive a casa propria e non può raggiungere l’Istituto) all’interno della quale può allestire la propria stanza attraverso scrittura, immagini, canzoni, disegni e oggetti.

Il progetto, ideato da un’artista, ha come obiettivo finale la realizzazione di un’installazione, in collaborazione con uno studio di architetti, di un vero e proprio condominio in scala che metta in rete adolescenti isolati e che possa essere “visitato” in una mostra dedicata.

Partner